# Le interviste di Cioè: Emanuele Bertelli

Emanuele ha 16 anni e una voce potente che ti arriva dritta al cuore. Il cantante è il secondo eliminato di XF, il primo degli Under Uomini che Mara Maionchi è costretta a salutare. Nonostante sia giovanissimo, Emanuele sa bene in quale direzione vuole far viaggiare la sua musica: soul trap è il genere che vuole portare in Italia, tanto da esserselo tatuato sul braccio.

Siamo andate a conoscerlo nella modernissima cornice della filiale di Piazzale Cordusio, a Milano, di Banca Intesa Sanpaolo, in occasione delle riprese di X Factor Weekly.

 

Ciao Emanuele! Hai sempre detto di voler portare da noi la soul trap, continuerai a provarci?
Certo, anche nel loft di XF ho scritto diversi pezzi. La soul trap è un genere nuovo che in Italia non si è ancora sentito, sarebbe figo riuscire a portarlo anche qui.

Cos’è che è andato storto nel programma?
Forse non sono riuscito a fare un’esibizione adeguata al contesto del programma. Spero si sia visto il talento, però.

Com’è stato essere in squadra con Mara?

Lei è una zia fantastica! Mi ha dato molti consigli forti e in più mi ha sempre spinto a migliorare dandomi una carica pazzesca.

Cosa porterai dietro di questa esperienza?

Sento di essere migliorato al pianoforte, suonavo sempre! A livello umano, invece, ho imparato a fare la lavatrice! Scherzi a parte, porterò dietro il bel rapporto instaurato con i ragazzi.

Quando hai iniziato a cantare?
Da piccolo mia mamma cantava sempre per casa, ma era troppo stonata! Allora le ho detto: “Lascia fare a me, ti prego!”.

È vero che hai partecipato a Ti lascio una canzone?
Sì, ma ero molto piccolo, avrò avuto 10-11 anni. È stata un’esperienza divertente.

Cos’è la musica per te?
La musica viene dal mio subconscio, ce l’ho dentro e non me rendo neanche conto. Pensa che dopo aver suonato dimentico tutto.

Ora tornerai a scuola?
La pacchia è finita, si torna a scuola! Frequento il liceo musicale a Catania.

Pronostici: chi vince XF?
Anastasio o Sherol, sono due talenti incredibili.

 

Visto che ci trovavamo in sede, abbiamo poi incontrato Mauro Federzoni, direttore regionale Milano e provincia di Intesa Sanpaolo, che ci ha parlato dell’iniziativa di ospitare all’interno della filiale di Piazzale Cordusio a Milano i concerti degli eliminati.
Vedere i ragazzi qui in filiale come a un live di X Factor è una vera emozione e abbiamo dedicato loro
XME Conto, il conto corrente gratuito fino al compimento dei 30 anni. Contiamo quindi di ospitare sempre più under30 in Intesa Sanpaolo, non solo per i concerti, ma anche per realizzare i loro sogni di risparmio e investimento per sviluppare insieme il loro talento.

Categoria: Star
novembre
 

Archivio News

3 dicembre

#leintervistedicioè: Sherol

Una voce potente e profonda quella di Sherol, che si è fatta ancora più...leggi...

29 novembre

#leintervistedicioè: Cristina D'Avena

Con il suo Duets, Cristina D'Avena è stata l'unica artista femminile a...leggi...

28 novembre

#leintervistedicioè: ENNE

Il suo vero nome è Nicola, ma nella musica ha scelto di chiamarsi ENNE. È il...leggi...

27 novembre

Radio Italia Live con Benji & Fede

Le porte dell’Auditorium di Radio Italia si sono aperte in occasione di un...leggi...

26 novembre

#LeIntervistediCioè: Renza Castelli

Renza ha dovuto lasciare il palco di X Factor subito dopo aver presentato il...leggi...

12 novembre

#cuoriconnessi 2 contro il cyberbullismo

Sul web troviamo tantissime cose interessanti e conosciamo spesso persone...leggi...

12 novembre

Le interviste di Cioè: Emanuele Bertelli

Emanuele ha 16 anni e una voce potente che ti arriva dritta al cuore. Il...leggi...

8 novembre

Le interviste di Cioè: Matteo

Appartiene alla squadra di Fedez il primo concorrente ad aver dovuto...leggi...

7 novembre

Le interviste di Cioè: Rkomi

Rkomi, uno dei rapper più amati dai ragazzi, e Assassin’s Creed, il videogioco...leggi...

18 ottobre

PIXAR. 30 anni di animazione in mostra a Roma

Fino al 20 gennaio, presso  il Palazzo delle Esposizioni di Roma, potrai...leggi...