# #leintervistedicioè: Giulia Mutti

Per l'uscita del suo album Le Favorite, vol. 1° ha scelto l'8 marzo, la Giornata internazionale della donna, e non è un caso: con questo lavoro, infatti, Giulia Mutti ha voluto omaggiare quattro grandi artiste della musica italiana. Oltre alle cover di brani di Arisa, Nada, Carmen Consoli e Gianna Nannini, Giulia ha poi voluto arricchire l'album con un suo inedito, Acciaio.

L'abbiamo incontrata per farci raccontare tutto su questo suo progetto:

Ciao Giulia! Come è nato Le Favorite?
L'idea di fare un tributo alle grandi donne della musica mi ha sempre stuzzicato e poi penso che le cover diano la possibilità all'artista di esprimersi sotto altri punti di vista e magari esplorare generi che normalmente non farebbe con la proprie canzoni.

Perché proprio Arisa, Nada, Carmen e Gianna?
Perché, nonostante la loro lunga carriera e pur appartenendo a generazioni diverse, sono sempre rimaste coerenti. Si sono migliorate rimanendo, però, sempre fedeli al loro stile.

È stato difficile scegliere soltanto quattro brani rappresentativi?
Abbastanza, anche perché scegliere le loro canzoni più conosciute sarebbe stato troppo facile. Lo ammetto, non ho fatto tutto da sola, ma è stato un bel lavoro di squadra con il mio team.

Accanto al titolo dell'album c'è la scritta "vol. 1°": ci sarà un seguito?
Non c'è ancora nulla di deciso, ma la speranza è proprio quella: mi piacerebbe tanto poter omaggiare altre artiste che ammiro. Allo stesso tempo,ho registrato anche altri inediti: uno uscirà a fine marzo e l'altro in estate.

Tutte le tue canzoni hanno un messaggio molto positivo: è questo che vuoi lasciare a chi le ascolta?
Per me è fondamentale che ogni pezzo esprima un concetto importante o che comunque faccia capire come la penso sui vari temi che affronto e così è stato sia per Almeno Tre che Acciaio.

Con chi vorresti duettare?
Sognando in grande, a livello internazionale mi piacerebbe collaborare con Florence and the Machine... ultimamente sto in fissa! Per quanto riguarda i cantanti italiani, invece, sarebbe bello lavorare con i Negrita: abbiamo anche lo stesso produttore!

Sia nei video che quando ti esibisci le tue mani sono sempre coperte di scritte: cosa rappresentano?
Componendo i miei brani al pianoforte, le mani sono la parte del mio corpo a cui trasferisco le mie emozioni e che mi permette di tradurre in musica i miei pensieri e quindi volevo metterle ancora più in evidenza con scritte che variano sempre in base all'umore. Ormai è diventato un rito, non sai che fatica quando tocca alla mano destra e devo scrivere con la sinistra!

Categoria: Music
marzo
 

Archivio News

18 luglio

Merk & Kremont: in anteprima il video di Kids

Kids, il brano di Merk & Kremont, dopo aver superato il milione di...leggi...

10 luglio

La Scelta Giusta - In esclusiva il video di Luna Melis per Ringo

Come si fa a prendere la scelta giusta? Se lo è chiesto anche Ringo ed è...leggi...

24 giugno

#leintervistedicioè: Toy Story 4

Era il 1995 quando arrivava al cinema Toy Story, il film animato Disney Pixar...leggi...

14 giugno

#leintervistedicioè: House of Talent

Sono simpaticissimi, pieni di creatività e con tanti sogni nel cassetto da...leggi...

7 giugno

#leintervistedicioè: Raige

Raige, prima di essere un cantante, è un grande autore: suo è, infatti, il nome...leggi...

6 giugno

#leintervistedicioè: Jefeo

Ha partecipato ad Amici e da lì è iniziata ufficialmente la sua vita nella...leggi...

31 maggio

#leintervistedicioè: Finley

Quale modo migliore per festeggiare i loro 14 anni insieme se non con un album...leggi...

29 maggio

#leintervistedicioè: Soniko

Giovanissimo, ma con le idee molto chiare: Soniko (il suo vero nome è Niccolò!)...leggi...

20 maggio

#leintervistedicioè: Jenny De Nucci

Al prestigioso Festival di Cannes arriva la bellissima e simpaticissima Jenny...leggi...

17 maggio

#leintervistedicioè: Nicolò Rocca

Si chiama Nicolò Rocca, ha vissuto in Toscana ma per la sua passione ha vissuto...leggi...